MENU
kraftwerk 2017 3

Roma, Movimento Arte Vaporizzata, Roby Guerra clona i… Kraftwerk, MAV Records

aprile 4, 2017 • Cultura e Spettacolo, ROMA

Per MAV Records del Movimento Arte Vaporizzata di Roma( a cura di S. Balice, T. Busatto, A. Saccoccio) etichetta underground di musica rumorista, elettronica e oltre poesia (poesia sonora, totale) è uscito direttamente on line e scaricabile gratuitamente  “Kraftwerk 2017. Trans Human Express, Clone Music” del futurista ferrarese Roby Guerra, già autore nel genere di Balla Marinetti (con G. Felloni, Tiemme) e The Mute Poem of the robots (La Carmelina prima e poi sempre MAV records). Ovvero la produzione più sperimentale e d’avanguardia di Guerra che già è stato anche segnalato da noti critici quali Vitaldo Conte:

“La tecno-fantasia «suggerisce un rapporto vivente con l’estetica della realtà», nota Roberto Guerra, che la trasferisce nella visionarietà dei suoi video e testi”
Vitaldo Conte (Pulsional Gender Art, Avanguardia 21, 2011)
Con il MAV stesso  Guerra figura anche con il tape MoMav  nel prestigioso Museo delle Microcassette Hal McGee (Usa), noto  musicista sperimentale americano.
Per Kraftwerk 2017. Clone Music, trattasi nello specifico di  poesia sonora e musica elettronica, tra dada, futurismo e situazionismo…  Da anni i Kraftwerk fans attendono un nuovo album, solo un paio ex novo in oltre 30 anni (Electric Café – 1986 e Tour de France-2004, oltre a Expo2000, ma straordinari mix e remix dei Kraftwerk stessi: al punto che live, tour non stop e negli ultimi anni in 3D sembrano incredibilmente album e canzoni elettroniche (e Video) ex novo. Futuristi e quindi anche transumanisti, autopotenzianti i brani dei Kraftwerk, (Ralf Hutter e Florian Schneider, il duo originario e fondatore, poi via diversi altri robot musicisti- è rimasto da tempo  il solo Hutter), padri della musica elettronica, canzoni tecnopop (nato con i Kraftwerk) letteralmente “immortali”, mind up loading songs non stop.  . Operazione di arte estrema, mix di sconcertante semplicità, musica per cloni! Un giocattolo “elettronico” sia ben chiaro, ma forse davvero queste soundtrack kraftwerkiane  della computer age sembrano una volta di più (ri)composte il giorno prima…
*Remix di Kling Klang, Kristallo, Kometenmelodie, Autobahn della fase cosmica dei Kraftwerk e di Radioactivity, Trans Europe Express, The Robtos, The Man Machine, Minicalcolatore e altri hit della band tedesca.
Info
*link streaming e download Kraftwerk 2017…

Related Posts

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

« »