MENU

Gianluca Grignani manda un video messaggio agli amici di la notizia h24 e ci parla del suo nuovo cd

maggio 6, 2016 • Cultura e Spettacolo, Regione Lazio, VIDEO, web tv (la notizia quotidiana)

Gianluca Grignani festeggia i vent’anni di carriera regalandosi un nuovo progetto discografico in uscita oggi 6 maggio, su etichetta Sony Music Italy.

Gianluca Grignani ha scelto di festeggiare i vent’anni di carriera con l’album “Una strada in mezzo al cielo”, coinvolgendo Ligabue (La fabbrica di plastica), Carmen Consoli (L’allucinazione), Elisa (Destinazione Paradiso), Briga (Rok star), Annalisa (La mia storia tra le dita), Luca Carboni (Falco a metà), Fabrizio Moro (+ famoso di Gesù), Max Pezzali (Primo treno per Marte) e Federico Zampaglione (Galassia di melassa) in duetti su alcuni successi che lo hanno reso tra i cantautori più apprezzati in Italia e nel mondo.

L’album ha preso il titolo da “Una strada in mezzo al cielo” che è l’unico inedito.

“È una canzone d’amore che mette insieme dei luoghi comuni, non banali – ha spiegato – l’incontro, lo sguardo sulla metro, perché tornare indietro ha un suo senso: volevo che arrivasse a tutti, per non dimenticare chi eravamo”.

Un originale unplugged semiacustico, in cui Gianluca Grignani ha fatto le cose in grande: un disco con gran parte delle canzoni dei suoi primi due album – ‘Destinazione Paradiso’ e ‘La Fabbrica di Plastica’ – completamente re-arrangiate, prodotte tra l’Italia e l’Inghilterra, e (molte delle quali) realizzate con alcuni celebri colleghi della musica italiana.

Il disco è stato anticipato dal singolo ‘Una donna così’ (realizzato con gli italo-argentini ‘Del Barrio’), tratto proprio da ‘Destinazione Paradiso’, il fortunato disco d’esordio (con oltre 700mila copie vendute solo in Italia e oltre 1 milione e mezzo nel mondo).

“Ritengo che le rock star non esistono – ha puntualizzato – So scrivere bene, sono un artista, è cambiato solo il mio atteggiamento, e la differenza è potermi esprimere bene; i dettagli devono essere nel disco, sono un timido e mi piace la sostanza. Ho rivisitato tutte le canzoni nello studio che era di Pino Daniele”.

Il cantautore ha annunciato le anteprime del tour: 1 dicembre all’Alcatraz di Milano e 3 dicembre all’Atlantico di Roma, con le prevendite dal 9 maggio.

“Ci sarà del rock e l’uomo, soprattutto, al di là che c’è sempre stato – aggiunge  – Ho delle idee per fare belle cose, e chiederò ai miei colleghi di venirmi a trovare: ci sto lavorando. Voglio che la gente venga per sentire la musica, che emoziona: qualcuno la chiama Dio, altri scienza; sento il bisogno di tornare ad essere vicino alla gente, e fino a questi due concerti ci saranno dei ‘live’ a sorpresa”.

Per il cantautore sono giorni di tensione dovuti all’uscita del suo ultimo album portato a termine dopo un lungo lavoro. Ieri infatti, dopo continui impegni promozionali, la pressione ha fatto da padrone provocandogli un crollo che qualcuno, però, aveva imputato ad altro (intossicazione etilica).

Alle luci del giorno dopo, Gianluca Grignani scrive a cuore aperto un post sul proprio profilo facebook dove spiega cosa è realmente successo: “Non ho mai nascosto quello che sono perché sono tutto quello che faccio’), spiegando che oggi ha una debolezza dalla quale, però, ne uscirà: Io sono le mie canzoni, sono “fuori dagli schemi” da sempre, ma non come qualcuno vuole far pensare. L’ho detto anche in questi giorni “sono l’uomo e l’artista, in maniera inscindibile”. Dal primo successo si è voluto curiosare nella mia vita, raccontando di tutto, per portare a galla chissà quale verità su di me fuori dal coro, e non ho mai nascosto quello che sono perché sono tutto quello che faccio. Ho le mie forze e le mie debolezze, che oggi si chiamano crisi di panico, con tutto quello che ne consegue. Ma ne uscirò. La mia musica è la mia vita, voi e la mia famiglia siete la verità.

“Io credo che la vita privata di qualsiasi essere umano debba rimanere tale e non essere giudicata – scrive il manager Andrea Ottaviani sul suo profilo facebook – questo è il disco da oggi in tutti i negozi e digital store…giudicatelo per questo”.

Chi è Gianluca Grignani? Uno che a volte esagera, come esagerano tutti gli umani. Ma a volte esagerano anche i giornalisti, creando un polverone. Volendo essere maligni si potrebbe pensare di tutto, ma a volte l’etichette possono essere cambiate. Gianluca Grignani ha sempre pagato per i suoi errori, li ha ammessi ed è sempre ripartito. Ma non è sempre quello che fa certe cose, che eccede. Ci si accanisce perché è Gianluca Grignani e magari è più facile da ‘gossippare’. Ma va bene così.

Di tanto in tanto torna la leggenda e la cronaca del ribelle, ma oggi Grignani è  soprattutto un uomo di 44 anni, a capo di una numerosa famiglia. Sposato felicemente con la storica Fidanzata Francesca Dall’Olio (fotografa freelance) e papà di Ginevra (10), Giselle(8), Giosue Joshua(6) e Giona(4).

“La scelta di essere un cantante l’ho fatta – conclude – e so che ora sono in un calderone, in un tritacarne e posso cavarmela soltanto essendo me stesso.”

Un artista che morde la vita, e la vita a volte ha un sapore amarissimo.

 

Katia Piacentini

Related Posts

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

« »