MENU

Frosinone, momento molto delicato della sanità ciociara rischio accorpamento con Latina

agosto 1, 2015 • CIOCIARIA, Frosinone, Politica

A livello nazionale si intendono risparmiare 1,5 miliardi sulla sanità, penalizzando però, in modo particolare, la classe medica che è l’unica a rischiare in prima persona, magari per un eccesso di prescrizioni di analisi o di radiografie.
Va precisato, a tal proposito, che in provincia di Frosinone i medici non hanno mai sforato nelle prescrizioni. C’era stato, in passato, qualche segnale in tal senso nella farmaceutica, ma è subito rientrato.
Dunque, non possiamo tollerare altre iniziative “capestro” a tutto danno dei medici, considerando, per di più, che i drastici tagli dei mesi passati hanno ridotto del 25 per cento i posti letti negli ospedali ciociari. E questi tagli finiscono, in ultima analisi, per creare anche situazioni di tensione tra sanitari, come accaduto all’ospedale di Cassino l’altro giorno.
Un caso emblematico, perché due infermieri si erano improvvisamente ammalati creando inevitabili disagi in sala operatoria, considerando anche la grave carenza di organico.
E, si badi bene, queste tensioni non sono dovute a situazioni di conflittualità tra medici – che in Ciociaria non ci sono – ma sono la diretta conseguenza dei disagi in cui si è costretti a lavorare a seguito dei continui tagli.
Infine la conferenza affronterà un altro capitolo delicato, ossia quello dell’accorpamento tra le Asl. E visto che Roma da 6 passerà a 3 Aziende, c’è la concreta possibilità che nel Basso Lazio Frosinone venga accorpata a Latina, con il pericolo di sudditanza della nostra provincia a quella pontina.

Related Posts

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

« »